Orario di Visita
previo appuntamento
Lun
10:00 - 19:00
Mar
10:00 - 19:00
Mer
10:00 - 19:00
Gio
10:00 - 19:00
Ven
10:00 - 19:00
Sab
10:00 - 19:00
Dom
Festivo
Telefono (347) 48 49 873
Richiedi informazioni info@psicologoinfantile.it

Home

Lo dell’età evolutiva si è sempre più costituita nel tempo come
un campo di indagine e di riflessione teorico-clinico autonomo. In particolare in ambito psicoanalitico essa si basa sull’ipotesi che la relazione del bambino con il proprio ambiente di cura (costituito in età precoce dalla madre e in seconda battuta dal padre) sia di importanza cruciale per i destini della crescita e dello sviluppo del bambino.

Un ambiente di cura fatto di relazioni affettivamente significative, in cui predominino figure genitoriali rassicuranti e benigne, cioè che riescano a restituire al bambino un profondo senso di sicurezza e di capacità di autonomia e realizzazione di sé, sono garanzia di uno sviluppo adeguato del bambino.

Nei casi in cui questo non accade assistiamo all’insorgere di difficoltà del processo di crescita, e tante possono essere le condizioni che contribuiscono alla formazione di sintomi che allarmano i genitori, i quali spesso non ne comprendono i significati e richiedono perciò un sostegno psicologico per sé e per il proprio figlio.

Tra i principali sintomi che più comunemente compaiono nel comportamento del bambino che esprime una difficoltà evolutiva ci sono:

– disturbi del sonno

– disturbi dell’alimentazione

– disturbi nel controllo degli sfinteri

–  difficoltà in ambito scolastico (rifiuto di andare a scuola, difficoltà nella sfera dell’apprendimento, problematiche di socializzazione con il gruppo-classe)

– difficoltà relazionali con il gruppo dei pari

– disturbi dell’affettività (comportamento eccessivamente oppositivo e violento, o al contrario troppo passivo e rinunciatario, attaccamento inadeguato con i propri genitori)

Tag:
,
,
,
,
,
, ,